I Rododendri del Garelli

Il Red Carpet della Valle Pesio

Durante i miei oltre tre decenni di montagna, le esperienze, le emozioni, nella stragrande maggioranza dei casi sono state positive.
Panorami mozzafiato, tramonti e risvegli indimenticabili, momenti di condivisione, salite solitarie entusiasmanti; il tutto punteggiato ovviamente da qualche momento di difficoltà a volte fisica, a volte ambientale, a volte motivazionale.

Tutto ciò fa parte di quella grande e meravigliosa avventura che è “l’andare per monti”.
Un fatto sicuramente non mi era mai accaduto: camminare per chilometri sopra un’infinita distesa di rododendri fioriti, talmente vasta da cancellare quasi tutte le altre bellezze che si trovavano intorno.

Il Rifugio Garelli
Il miracolo è successo a metà di questo mese di giugno, nella salita verso il Rifugio Piero Garelli (m. 1970), in Valle Pesio, Provincia di Cuneo, nel cuore del Parco Naturale del Marguareis.
Il bellissimo e confortevole rifugio, proprietà del CAI di Mondovì, costituisce la base di partenza per il Marguareis (m. 2651), la cima più elevata delle Alpi Liguri.
L’attacco del sentiero è dal Pian delle Gorre (m. 1030), nei pressi dell’omonimo rifugio, dopo aver percorso per intero la Valle Pesio, transitando per Peveragno e Chiusa di Pesio.
Il gradevole percorso ha inizio su sterrata per 15 minuti, per poi inerpicarsi nella pineta a sinistra, nei pressi della diramazione per le Cascate del Saut (10 minuti a destra).

Un meraviglioso tappeto
A livello ambientale/naturalistico si può dire che il trekking verso il Garelli costituisca l’anello di congiunzione fra le Alpi e l’Appennino.
Nella prima fase oltre ai faggi, la fioritura dominante è quella del Maggiociondolo, verso quota 1700 il bosco si dirada…e lì ha avuto inizio lo spettacolo.
Complice un recente temporale ed il caldo anomalo dei giorni successivi, la fioritura dei rododendri ha assunto caratteristiche eccezionali.
Con la nostra meraviglia che cresceva passo dopo passo, abbiamo camminato per un’ora, toccando il Gias Soprano di Sestrera, alla volta del Pian del Lupo, sede della struttura del Garelli, sopra una distesa di rododendri, praticamente senza soluzione di continuità.
L’accoglienza al Rifugio poi, è stata come in altre occasioni all’altezza, con un pranzo da privilegiati al cospetto del Marguareis, montagna di grande interesse per le sue numerose vie di salita, sia alpinistiche che escursionistiche.
Per Trekkinginside una gita assolutamente unica, con un dono speciale da parte di Madre Natura e la possibilità di tornare bambini in mezzo alle montagne.

Informazioni utili
Località di partenza – Pian delle Gorre (m. 1030) – Valle Pesio – Cuneo
Difficoltà – Escursionistico
Dislivello – 940 m
Tempo di salita – 2 ore/ 2 ore e trenta
Tempo di discesa – 1 ora e 30/ 2 ore
Lunghezza a/r – 10 km

Ti è piaciuto? Condividilo!



2 Comments

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*