La traversata dell’Alta Val Borbera

Grandi spazi, in armonia con la natura

La considero da sempre la Valle dei grandi spazi, lunghi e panoramici trekking, dall’ampio respiro, quasi mai difficili tecnicamente, ma che necessitano di allenamento, passione e tanta voglia di camminare.
IMG-20170128-WA0005E’ la Val Borbera, zona appenninica in Provincia di Alessandria, al confine con le Province di Genova, Pavia e Piacenza.
Il trekking proposto è la traversata fra due sue località molto note: da Capanne di Cosola (m. 1500) a Capanne di Carrega (m. 1367).
Camminata lunga (18 km a/r), che tocca quattro cime poste sulla dorsale attraversata, straordinariamente panoramica, in un ambiente selvaggio e suggestivo, caratteristiche a mio avviso amplificate, nel caso si decida di affrontare il percorso in solitaria.

Il via da Capanne di Cosola

La partenza è da Capanne di Cosola, nei pressi dell’omonimo albergo-ristorante: dopo una breve fase nella faggeta, per prati con pendenza non eccessiva, giungiamo dopo 40 minuti sulla vetta del Monte Cavalmurone (m. 1662), forse la più anonima fra le quattro montagne che toccheremo durante la nostra gita.
IMG-20170128-WA0001Dopo altri 15 minuti siamo alle pendici del Monte Legnà (m. 1667), che raggiungiamo dopo una breve deviazione sulla destra.
Si delinea immediatamente quella che è la principale caratteristica di questo trekking; costante panorama a 360 gradi su tutte le cime dell’Alta Valle, il Parco di Marcarolo e quello del Monte Antola, fino ad arrivare all’Arco Alpino: meraviglioso.
Una ripida discesa ci porta sotto il Poggio Rondino (m. 1650), che ci accoglie con i suoi dolci pendii erbosi, dopo una faticosa salita nel bosco di faggi secolari, dal fascino commovente.

Panorama ed emozioni
IMG-20170128-WA0002Dal Rondino siamo in vista della cima indubbiamente più nota di questo tratto di valle, il Monte Carmo (m. 1640).
Una fase a dir poco idilliaca, con prati pianeggianti esposti a mezzogiorno, interrotti bruscamente dal breve ripidissimo tratto verso la Croce sommitale.
Dopo una mezz’ora di discesa fra prati e poi faggi, siamo al traguardo (9 km percorsi), nei pressi dell’Agriturismo di Capanne di Carrega, doverosa una sosta rigeneratrice in vista di un ritorno, fra saliscendi a volte piuttosto ripidi.
IMG-20170127-WA0012

Grandi spazi, grande chilometraggio, panorami ed emozioni incancellabili, ancora una volta la Val Borbera ci ha mostrato il suo più autentico e magnifico volto.

Informazioni utili
Località di partenza – Capanne di Cosola (m. 1500)
Difficoltà – Escursionistico
Dislivello – 1070 m (a/r con numerosi saliscendi)
Tempo di percorrenza a/r – 4 ore e trenta / 6 ore
Lunghezza a/r – 18 km

 

Ti è piaciuto? Condividilo!



2 Comments

  1. interessantissimo percorso che oltre a toccare le cime descritte è anche spartiacque tra la val Borbera e la selvaggia val Boreca, che purtroppo non ho ancora avuto occasione di visitare.

    Con la primavera, quando le giornate saranno più lunghe farò di sicuro questo percorso, grazie ancora una volta dei preziosi consigli

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*