Il Santuario della Clavalité

Meraviglia in Valtournenche

La prima neve della Valle d’Aosta ha chiamato e Trekkinginside ha risposto.
Approfittando di una breve finestra di tempo clemente dopo le prime nevicate, abbiamo affrontato la prima ciaspolata stagionale in una valle che in inverno amiamo particolarmente: la Valtournenche.
Sede di partenza, il Comune di Chamois (m. 1815), località quasi fiabesca, priva di automobili, raggiungibile solamente con un comodo ed economico (4 euro a/r) servizio di funivia da Buisson (m. 1200).
Oltre alla bellezza della posizione, questo fattore fa sì che noi di Trekkinginside abbiamo una particolare predilezione per questo luogo.

Dalla piazzetta verso il Lago di Lod
Obiettivo di giornata, l’affascinante Santuario della Clavalité (m. 2530), trekking piuttosto semplice in condizioni estive, che ovviamente si complica un poco in condizioni invernali.
Splendido sole e scenario commovente, complice ovviamente il primo strato di neve andato a ricoprire l’itinerario.
Dalla piazzetta presso la Chiesa, seguiamo le indicazioni per il Lago di Lod (m. 2010/ 30 minuti), raggiungibile anche con una piccola seggiovia.
La sagoma del Santuario è presente già dai primi passi e permette in caso di neve un’interpretazione abbastanza soggettiva del percorso.

Meraviglia crescente
E’ comunque buona norma, valutando sempre le condizioni e la consistenza del manto nevoso, non allontanarsi troppo dalle piste da sci e dagli impianti di risalita che terminano poco distanti dal nostro traguardo.
Dal Lago in poi le pendenze non sono trascurabili e così anche il dislivello, che complessivamente misura 720 metri, implicando un discreto impegno fisico, considerando il tipo di escursione.
Il Santuario della Clavalité si avvicina, lo spessore del manto nevoso cresce di pari passo con la nostra emozione.

Arrivo candido e fiabesco
Gli ultimi faticosi passi preludono ad uno spettacolo memorabile: alla tranquillità del Santuario fanno da contraltare le vicine Punta Fallinère (m. 2763) e Becca Trécare (m. 2951), che introducono ai ben più noti Petit (m. 3207) e Grand Tournalin (m. 3379).
Tutto il contesto nevoso non fa che valorizzare queste cime già splendide in condizioni estive.
Chiudiamo gli occhi per un istante e respiriamo questo privilegio, pronti per una veloce picchiata verso Chamois…un altro trekking, un’altra emozione, un altro viaggio da raccontare.

Informazioni utili
Località di partenza: Chamois (m. 1815)- Valtournenche
Difficoltà: escursionistico
Dislivello: 720 m
Tempo di salita: 2/3 ore (a seconda delle condizioni del manto nevoso)
Tempo di discesa: 1 ora e 15/1 ora e 30

Ti è piaciuto? Condividilo!



2 Comments

Rispondi a Federico Zerbo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*