Il Ponente Ligure in bici

Pedalando al cospetto di un mare meraviglioso

La Liguria, terra di contrasti naturalistici, uno splendido mare e montagne, ripide, a volte aspre, che sembrano letteralmente precipitare dentro di esso.
Noi di Trekkinginside amiamo tutto ciò, le nostre scorribande in questa Regione, infatti sono numerose e frequenti.

Questa volta si pedala
Il Ponente è la zona prediletta per i nostri trekking, questa volta però le modalità sono cambiate; la decisione è stata quella di percorrerlo per buona parte in bicicletta, altra attività che ci coinvolge appassionatamente.
Il percorso prescelto, al cospetto del Mar Ligure: da Spotorno, in Provincia di Savona (raggiunta in TRENO), fino a Sanremo, Imperia.
Novanta km di sole, mare, aria frizzante sulle braccia e a tratti anche fatica…una delle ragioni per le quali si sceglie di andare in bicicletta.

Sulla Via Aurelia
La prima metà del percorso sulla Via Aurelia, tocca le località di Noli, Varigotti, Finale e Pietra Ligure, Loano e Ceriale; grazie alla nostra freschezza i primi 30 km scorrono in un soffio sotto le nostre ruote.
Dopo Albenga, in vista del Comune di Alassio, arrivano le prime difficoltà altimetriche, che non preoccupano, forti dello stimolo del primo traguardo parziale a circa metà percorso: la splendida Laigueglia.
Qui, sosta per il pranzo ed un doveroso omaggio al “Muretto dei Ciclisti”, che ospita le firme di moltissime icone di questo meraviglioso sport.

Arriva la fatica
La ripresa verso Andora presenta i primi segnali di fatica, ascesa verso Capo Mele, non ripida, ma già piuttosto lunga…in cima, lo scenario è meraviglioso.
Unico neo, il traffico eccessivo, triste segnale di un’epoca e di una Nazione, tristemente votata al culto dell’automobile e dello spostamento frenetico a tutti i costi.

Passiamo la bellissima località di Cervo, uno dei borghi più belli d’Italia, S. Bartolomeo e Diano Marina, dopo la quale la scalata verso il celebre Capo Berta, inizia a mettere alla prova la nostra resistenza (60 km percorsi).
La discesa verso Imperia ci rigenera, in vista dell’ultimo tratto che ci separa da San Lorenzo a Mare.

Il Paradiso dei Ciclisti
Inizia la fase che attendevamo con ansia: la meravigliosa ciclabile/pedonale verso Sanremo, qui le automobili stanno a ZERO.

Diciotto km idilliaci, il Paradiso dei Ciclisti e Podisti, durante i quali, se possibile la lucentezza del Mar Ligure pare accrescersi.
S. Stefano, Riva Ligure, la bellissima Bussana, Arma di Taggia…i km sono quasi 90, ma ormai la percezione della fatica è svanita.
Entriamo trionfanti a Sanremo, la Città dei Fiori ci accoglie con la sua atmosfera vacanziera, amplificata dalle prime e tanto sospirate giornate di sole.
Dopo un sonno ristoratore, il ritorno sarà ovviamente più complesso e faticoso (totale 177 km), ma con un’impagabile energia alimentata dall’ennesima, meravigliosa, esperienza vissuta insieme…grazie Alessandra.

Ti è piaciuto? Condividilo!



2 Comments

  1. complimenti per la lunghezza del tragitto! viaggiare in bici (o a piedi) non ha prezzo e si colgono e apprezzano un sacco di particolari che la frenesia dell’automobile ci nasconde

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*