Il Santuario di Montespineto

Grandi pendenze in Valle Scrivia

Chi è appassionato di ciclismo mi comprenderà sicuramente; la bicicletta è uno sport “totale”, capace di impadronirsi in maniera assoluta di chi lo pratica assiduamente, regalando emozioni psicofisiche uniche, quasi irrinunciabili.
IMG-20170112-WA0009E’ stato uno sport che ha occupato una parentesi di una decina d’anni nella mia vita, ultimamente l’ho trascurato a favore del mio primo e principale amore, quello dei trekking in montagna, ma la mia “memoria ciclistica” è sempre viva e presente.
Dal punto di vista atletico e muscolare, camminare e pedalare sono due attività molto diverse, accomunate tuttavia dalla cultura della fatica, dalla cura per l’allenamento, dalla convinzione a non mollare mai, quando si segue la propria passione, in maniera onesta e pulita.

Questa volta si pedala
IMG-20170112-WA0008L’itinerario di Trekkinginside questa volta è ciclistico: la salita verso il Santuario di Montespineto, nel Comune di Stazzano, in Provincia di Alessandria.
Un percorso molto noto, sia per il valore sentimentale del luogo raggiunto, sia per le pendenze da affrontare in bicicletta.
Il Santuario è da secoli un simbolo per gli abitanti di Stazzano e dei Comuni limitrofi, oltre che un punto panoramico ragguardevole, nonostante la quota modesta (m. 495).
Arrivati da Serravalle Scrivia, si attraversa lo storico ponte sull’omonimo torrente, seguendo l’indicazione per Montespineto, giungendo dopo duecento metri, nei pressi della Chiesetta di San Michele: qui ha inizio la nostra fatica.

Pendenza “estrema”
Ci troviamo a 230 metri di altitudine, la scalata misura 2.5 chilometri, si intuisce immediatamente che sarà un’esperienza impegnativa.
IMG-20170112-WA0007Il primo chilometro scorre dolcemente con pendenze del 5/6%, facendo un rapido calcolo, nel rimanente chilometro e mezzo si copriranno oltre 200 metri di dislivello, pari ad una pendenza media del 14%.
E’ una salita che necessita di allenamento e conoscenza dei propri limiti psicofisici, tutto ciò diventa una certezza quando ci troviamo a pedalare sul tratto più duro, che sfiora il 20%.
Un fondamentale, breve tratto più democratico, prelude agli ultimi 500 metri, con quattro tornanti fra le Cappelle della Via Crucis, nuovamente con pendenze intorno al 15%.
L’arrivo al Santuario, carichi di adrenalina e fatica, è una liberazione, ma anche un’emozione intensa, che per quanto mi riguarda rimane identica in ogni occasione, che mi vede ritornare in questo luogo così suggestivo.
IMG-20170112-WA0006Ci attende una vertiginosa e liberatoria discesa, lo zaino riprenderà nuovamente il posto della bicicletta, verso nuovi ed entusiasmanti trekking.

Informazioni utili
Località di partenza – Serravalle Scrivia (m. 230) – Alessandria
Lunghezza salita – 2.5 km
Difficoltà – per ciclisti allenati (pendenza media oltre il 10%, con tratti al 15%, pendenza max 20%)

Ti è piaciuto? Condividilo!



2 Comments

  1. Bellissimo santuario e bellissimo percorso, io però l’ho fatto camminando, sia per la strada asfaltata sia per la strada che si inoltra nel bosco

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*