Il Rifugio Brentei

Ritorno sulle Dolomiti

La ricerca di nuovi scenari, di nuovi stimoli, ci ha spinto in questa torrida estate lontano dalle nostre rotte escursionistiche tradizionali.
Dopo parecchie stagioni, siamo ritornati a respirare l’atmosfera delle Dolomiti, verso una meta classica: Madonna di Campiglio.
Una montagna molto diversa rispetto alla Valle d’Aosta o al Cuneese, più raccolta, con dislivelli minori, ma di grande fascino.
La peculiarità di questi luoghi che abbiamo molto apprezzato, è la facilità di collegamento fra i numerosi rifugi, che offre la possibilità all’escursionista di rimanere in alta quota per più giorni, come nel nostro caso.

Trekking tradizionale
Iniziamo descrivendo un itinerario classico e molto frequentato: il Rifugio Brentei (m. 2175).
La partenza è da Madonna di Campiglio (m. 1522), primo tratto asfaltato (3 km/ 40 minuti) verso il nuovo Rifugio Vallesinella (m. 1513).
Esiste la possibilità di usufruire di un efficiente servizio di navette, che noi di Trekking Inside abbiamo accuratamente evitato, vista la piacevolezza della camminata all’interno della faggeta e la nostra arcinota avversione per i motori a scoppio.

Verso il Rifugio Casinei
Dal Vallesinella inizia il trekking vero e proprio.
La prima parte è subito abbastanza ripida nella pineta, verso il Rifugio Casinei (m. 1850/ 30 minuti-1 ora), struttura d’altri tempi molto affascinante e ben gestita.
Dal Casinei entriamo nella fase decisamente più “dolomitica” della nostra gita, prendiamo a destra tralasciando la diramazione a sinistra per il Rifugio Tuckett (m. 2272).
La pendenza si fa più modesta, con tratti anche in lieve discesa.
Lo scenario che si va a delineare è di quelli che rimangono nella memoria, sulla nostra destra appare una delle immagini più caratteristiche del Brenta: la parte nord del Crozzon di Brenta, imponente e verticale.

La magia del rifugio
Dopo un breve e molto facile tratto attrezzato ed una suggestiva galleria scavata nella roccia, siamo nel pianoro che ospita la struttura del Brentei (1 ora / 1 ora e 30), piuttosto datata, ma molto accogliente e in grado di offrire un servizio di ristorante di prim’ordine.
Poco lontano la celebre e bellissima Chiesetta del Brentei, protagonista di numerose immagini che pubblicizzano questa zona dolomitica.
La cena è deliziosa, la notte serena…e l’alba mozzafiato ci preparerà alle prossime avventure dolomitiche.

Informazioni utili
Località di partenza – Rifugio Vallesinella (m. 1513) – Madonna di Campiglio
Difficoltà – escursionistico
Dislivello – 650 m
Tempo di salita – 2 ore / 2 ore e 30
Tempo di discesa – 1 ora e 30/ 2 ore

 

Ti è piaciuto? Condividilo!



2 Comments

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*