Il Monte Antola

Due stagioni in un unico trekking

La Val Borbera, valle appenninica di rara bellezza, posta fra le Province di Alessandria e Genova: selvaggia, verdissima in primavera, aspra in inverno, straordinariamente variopinta nella stagione autunnale.
Con alcuni colleghi, cultori del trekking come il sottoscritto, decido una mattina di novembre di andare a contemplare questo miracolo cromatico offerto dalla natura.
Itinerario prescelto, il Monte Antola (m. 1597), cima posta sullo spartiacque fra il Piemonte e la Liguria, montagna amatissima ed altrettanto frequentata dagli appassionati.

Partenza da Casa del Romano
Itinerario classico, con partenza dalla località di Casa del Romano (m. 1400), dislivello modesto (200 m) e lunghezza complessiva a/r di 12 km, su un percorso non difficile: compromesso ideale fra divertimento, fatica e contatto con la natura.
Il primo tratto vola via su saliscendi fra boschi e prati, godendo del fascino appenninico dell’autunno, stagione di contrasti, malinconia e desiderio di cambiamento, in attesa della rinascita primaverile, dopo il riposo invernale.
In un lampo siamo oltre metà percorso, al Passo Tre Croci (m. 1495), nei pressi del bivio per il villaggio di Vegni.
La faggeta dell’Antola che ci circonda è splendida; il faggio: dominatore incontrastato della zona, maestoso, elegante, austero, simbolo di un ordine naturale precostituito…respiriamo tutto questo a pieni polmoni.
img-20161110-wa0011Ancora qualche saliscendi ed affrontiamo il tratto finale, più duro ma molto breve, preludio ai prati sommitali ed all’enorme Croce di Vetta.

In pochi minuti due stagioni
Il Libeccio impetuoso ci taglia la faccia, la provenienza delle nuvole non preannuncia nulla di buono; scendiamo velocemente nei pressi della Chiesetta poco sotto la vetta, trovando riparo per un veloce spuntino.
I primi fiocchi portati dal vento, anticipano il nostro rientro…ed in pochi minuti tutto cambia.
Siamo nella bufera, nuvole basse, visibilità quasi nulla, il rientro è affidato ai numerosi segnavia ed alla nostra esperienza e conoscenza del luogo.
In pochi minuti due stagioni: dal fascino autunnale, alla durezza invernale.
img-20161110-wa0014Non c’è delusione, non c’è timore o preoccupazione, i fiocchi portati quasi orizzontalmente dal vento fortissimo, si incollano letteralmente sul nostro viso.
Senza sforzo siamo al traguardo, leggeri, orgogliosi, dopo una giornata che ci ha fatto ridiventare meravigliosamente bambini, assaporare le sensazioni offerte dal contatto con la natura, in attesa di nuovi trekking e di nuove avventure.

Informazioni utili
Località di partenza – Casa del Romano (m. 1400), Val Borbera – Alessandria
Difficoltà – Escursionistico
Dislivello – 200 m
Tempo di salita – 1 ora e 30 /2 ore
Tempo di discesa – 1 ora e 30
Lunghezza a/r – 12 km

Ti è piaciuto? Condividilo!



2 Comments

  1. Bellissima descrizione. Purtroppo non sono ancora stato sull’Antola e pensavo proprio di raggiungerla per la prima volta proprio da Casa del Romano, magari facendo prima una deviazione sul monte delle tre Croci.

    Spero di riuscire ad andare domenica prossima se il tempo permette, o nel ponte dell’8 dicembre

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*