Il Col Malatrà

Una finestra verso il Paradiso

Un classico dell’escursionismo d’alta quota in Valle d’Aosta, la nostra nuova proposta, nell’amata Val Ferret: il Col Malatrà (m. 2925).
Trekking prettamente escursionistico, di dislivello piuttosto importante (oltre 1200 m), che raggiunge una quota ragguardevole e necessita quindi di una buona preparazione ed abitudine al gesto del camminare.
Il Col Malatrà ha caratteristiche uniche, si tratta infatti di una strettissima fenditura nella roccia, che divide la Val Ferret dalla Comba di Merdeux, nella zona del Gran San Bernardo.

Il Bonatti
L’attacco è poco sopra la località di Lavachey, nei pressi del ponte sul torrente Malatrà, sede di partenza per il celebre Rifugio Bonatti (m. 2025).
La prima parte dell’itinerario, è in comune con quella verso la struttura dedicata a uno dei più grandi alpinisti ed esploratori di tutti i tempi, con un facile percorso, dalla pendenza a volte non trascurabile, fra i larici.
Proprio di fronte al Rifugio si continua verso il Colle, in direzione sud-est.
La visuale, transitando fra rododendri e botton d’oro per Alpe Malatrà Inferiore e Superiore, è straordinaria su tutta la valle, dal Monte Bianco passando per la Est delle Grandes Jorasses, per finire al Mont Dolent e Col Ferret.

Il Vallone del Malatrà
Dopo il passaggio su un ponticello di legno che conduce all’Alpe Giuè Superiore (m. 2229), percorriamo l’ampio Vallone del Malatrà, costeggiando fedelmente il torrente con modestissima pendenza, in un ambiente emozionante.
Una deviazione sulla sinistra introduce all’ultima fase, di tutt’altro spessore dal punto di vista fisico, il sentiero a mezza costa guadagna velocemente quota verso il nostro obiettivo.
In anni di forte innevamento come questo, è piuttosto comune incontrare numerosi nevai nel tratto finale: può essere utile avere con sé un paio di ramponcini da escursionismo.

L’arrivo
Lo spettacolo nel tratto finale è suggestivo all’ennesima potenza, scevro e selvaggio come piace a noi, con difficoltà tecniche assolutamente agevoli.
Dal Colle può essere raggiunto (1 ora) il Rifugio Frassati (m. 2542), presso i Laghi di Merdeux, che nella prima parte di discesa presenta tratti attrezzati con corde e gradoni.
Anche oggi una meravigliosa sorpresa dell’inesauribile bagaglio valdostano: il Col Malatrà, un’autentica finestra verso il Paradiso.

Informazioni utili
Località di partenza – Lavachey- Val Ferret (m. 1700)
Difficoltà – escursionistico
Dislivello – 1230 m
Tempo di salita – 3 ore/ 3 ore e 30
Tempo di discesa – 2 ore e 30

Ti è piaciuto? Condividilo!



3 Comments

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*