Il Bivacco Leonessa

In Val di Cogne, per veri Camminatori

Itinerario valdostano, questa settimana per Trekkinginside, nella bellissima Val di Cogne, che può essere un valido spunto per la prossima estate.
Un trekking affrontato da noi tre stagioni orsono e non ancora inserito nel nostro sito: il Bivacco Leonessa (m. 2910).
Si tratta di un percorso non difficile tecnicamente, ma molto impegnativo sotto il punto di vista fisico, sia per il dislivello (1250 m), che per lo sviluppo chilometrico (21 km a/r), immerso in un contesto a dir poco magnifico.

Da Valnontey
Da Valnontey (m. 1666), raggiunta da Cogne (4 km), dopo aver risalito tutta l’omonima valle, si prosegue diritti verso il Vallone dell’Herbetet.
Durante la prima fase (5 km), la pendenza risulta sempre modesta, seguiamo fedelmente lo scorrere del torrente, dapprima sulla sinistra e poi sulla destra, attraversando il ponte dell’Erfaulet (m. 1830).
A circa metà di questo primo settore del trekking, incontriamo sulla sinistra il bivio per lo spettacolare Bivacco del Money (m. 2872 – EE), assolutamente consigliato.

Verso l’Herbetet
La pendenza cambia decisamente giunti ad un bivio a quota 2040 (1 ora e 30 di cammino).
Tralasciamo le indicazioni per i Bivacchi Borghi e Martinotti (a sx), risalendo a destra con numerosi tornanti verso il Torrente Herbetet.
La tipica atmosfera del Parco Nazionale del Gran Paradiso è palpabile, e l’emozione passo passo cresce, una volta arrivati agli Alpeggi dell’Herbetet (m. 2430 – 1 ora), dove ha sede anche il Casotto del Guardiaparco, con un notevolissimo panorama sui numerosi “Tremila”, della parte terminale del Massiccio del Gran Paradiso.
Qui notiamo anche il sentiero proveniente dal Rifugio Vittorio Sella ed in alto sulla nostra sinistra, verso il Colle dell’Herbetet, la sagoma scura del Bivacco Leonessa, in apparenza lontanissimo.

L’attacco finale
Dapprima il sentiero è piuttosto agevole, nella parte superiore del vallone, le difficoltà aumentano un poco, su terreno sassoso dopo l’attraversamento di un torrente.
Ad inizio estate, in anni di forte innevamento e vista la quota, è frequente dover affrontare con prudenza alcuni nevai.
Allo spettacolo si aggiunge lo spettacolo: specie al mattino, sono all’ordine del giorno gli incontri con numerosi esemplari di stambecchi, nel nostro caso letteralmente a portata di mano.

Lo spettacolo
Dopo gli ultimi passi fra grandi rocce, siamo di fronte alla nuova costruzione del Leonessa (10 posti letto – 1 ora e 30), andata a sostituire la vecchia e romantica, ma assolutamente insufficiente, semibotte in lamiera, posta proprio sotto la cima dell’Herbetet (m. 3778).
La visuale è commovente sul tormentatissimo Ghiacciaio della Tribolazione, nonché su Gran Sertz (m. 3552) e Becca di Montandayné (m. 3838), solo per citarne alcuni.

L’esperienza si va poi a completare con una notte ed un risveglio alle luci dell’alba, in una Valle straordinaria, ricca di natura, storia ed emozioni impagabili…a presto amata Valle d’Aosta.

Informazioni utili
Località di partenza – Valnontey (m. 1666) – Val di Cogne
Difficoltà – escursionisti allenati
Dislivello – 1250 m
Tempo di salita – 3 ore e 30/ 4 ore e 30
Tempo di discesa – 3/4 ore
Lunghezza a/r – 21 km

Ti è piaciuto? Condividilo!



2 Comments

Rispondi a Marco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*